Come diventare assistente di volo: hostess e steward?

La professione dell’Assistente di volo affascina soprattutto chi ama viaggiare. Gli assistenti di volo – che sono spesso chiamati hostess e steward – girano il mondo (almeno nell’immaginario collettivo, mentre in realtĂ  questo accade se si fanno voli a lungo raggio), ma il loro è un lavoro che richiede sacrifici e un forte spirito di adattamento. Prestano servizio nei giorni festivi e al di fuori dei normali orari di lavoro. Sono spesso lontano dai propri affetti e dai propri interessi – anche se possono beneficiare di tre/quattro giorni liberi di seguito, per riprendere le fila della propria vita – , trascorrono lunghi periodi di tempo in un ambiente chiuso, sotto pressione e, qualsiasi cosa accada, sono tenuti a mantenere un grande autocontrollo. Chiaramente, il lavoro dell’hostess o dello steward non è solo sacrificio, ma anche divertimento.

Cosa significa lavorare come hostess e steward?

Significa fare parte del personale addetto ai servizi complementari di bordo, la cosidetta cabin crew – o, meglio ancora, equipaggio di cabina, che differisce dalla condotta, cioè i piloti. Su ogni aeroplano, con ruoli diversi, di solito gli assistenti di volo ricoprono cariche e ruoli differenti:

  • l’assistente capo cabina, detto anche purser, che coordina l’equipaggio e accoglie i passeggeri (questo ultimo compito è assolto assieme a tutto il resto dell’equipaggio)
  • l’assistente di volo e i responsabili di zona, che indicano ai passeggeri i posti da occupare, seguono le operazioni di alloggiamento e scaricamento dei bagagli, aprono e chiudono le porte (che poi vengono armate, cioè preparate per l’evacuazione con scivolo). Durante il viaggio, si occupano dei servizi di bordo quali offerta dei pasti e bevande e vendita di articoli duty free.

Quali sono i compiti dell’assistente di volo?

L’assistente di volo – chiamato anche personale navigante di cabina –  deve controllare e gestire la corretta applicazione delle norme di sicurezza dei passeggeri a bordo degli aerei, a partire dalla verifica delle dotazioni dell’aeromobile prima e dopo ogni volo, per evitare che il velivolo e i suoi occupanti possano essere messi in pericolo.

In caso di emergenza, il personale di cabina Ă¨ in grado di assistere e fornire primo soccorso medico ai passeggeri e all’equipaggio, di estinguere incendi, di garantire lo svolgimento delle azioni e delle operazioni per una rapida e sicura evacuazione del velivolo. Si tratta di professionisti che godono di un perfetto stato psico-fisico, con un buon equilibrio emotivo e un forte senso pratico e, nei momenti di difficoltĂ , sono in grado di imporsi riuscendo a essere persuasivi.

Prima della salita in quota dell’aereo, gli assistenti di volo hanno il compito di effettuare una dimostrazione di sicurezza (chiamata in gergo Demoe l’equipaggiamento da utilizzare in caso di situazioni di emergenza e istruiscono i viaggiatori su come comportarsi in tali situazioni. E, ancora, per garantire la sicurezza a bordo indicano le restrizioni in vigore (per i fumatori o per l’utilizzo di apparecchiature elettroniche portatili), le uscite di emergenza e le modalitĂ  di utilizzo delle cinture di sicurezza, del giubbotto salvagente e delle maschere di ossigeno.

Durante il volo, hostess e steward si relazionano costantemente con i passeggeri, li mettono a proprio agio, li tranquillizzano, ne interpretano i bisogni e le necessità, assicurando un buon servizio e un alto grado di comfort. L’assistente di volo, quindi, ha una marcata predisposizione ai rapporti interpersonali, un forte spirito collaborativo e una spiccata capacità di adattamento: del resto, oltre ai passeggeri sempre diversi, anche gli altri membri dell’equipaggio e i colleghi cambiano a ogni viaggio.

L’assistente di volo veste l’uniforme e rappresenta la compagnia aerea per cui lavora. Pertanto, mantiene compostezza, presta attenzione al dettaglio, porta a termine scrupolosamente i suoi compiti. Svolge l’attivitĂ  come dipendente di aziende di trasporto aereo italiane o straniere su voli a medio e lungo raggio, molto spesso con contratti part time o a tempo determinato, attivati per far fronte alle emergenze stagionali.

Lascia un commento

Your email address will not be published.

You may use these <abbr title="HyperText Markup Language">HTML</abbr> tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*