Liam Gallagher – Knebworth 22

Il ritorno di Liam a Knebworth 26 anni dopo lo storico live degli Oasis è stato raccontato in questo documentario, in uscita sul piccolo schermo (Paramount+), il 7 dicembre 2022.

Un regalo di Natale in anticipo per gli amanti di una delle voci più belle del Britpop, e non solo.

Si chiama semplicemente "Knebworth 22" , uscito nelle sale britanniche lo scorso novembre, racconto del trionfale concerto di Liam Gallagher in uno dei luoghi sacri del rock britannico.

La scorsa estate l'ex frontman degli Oasis è tornato, a distanza di 26 anni, proprio a Knebworth, lì dove la sua band realizzò uno degli eventi dal vivo più importanti nella storia moderna del Regno Unito, radunando 250.000 fan. Senza più la band che lo ha consacrato ad icona del rock, il cantante di Manchester ha portato sul palco i successi di una vita, oltre alle canzoni dell'ultimo album solista "C'Mon You Know".

Un documentario dedicato alla sua carriera solista, al centro del quale non poteva che esserci, per forza di cose, quello che resterà come uno dei momenti più importanti della sua vita post Oasis e una vera e propria prova di forza nei confronti del fratello maggiore Noel: il live della scorsa estate a Knebworth, quando Liam è tornato sul luogo del delitto, esibendosi per due serate davanti a 170.000 spettatori.

Knebworth 22 comprende interviste completamente nuove, più dietro le quinte e filmati del concerto catturati da 20 angolazioni. Il film va anche un po' oltre, condividendo storie e punti di vista di collaboratori e fan di generazioni diverse da tutto il mondo, confrontando il contesto emotivo e sociale degli spettacoli degli Oasis negli anni '90, con il tumulto della nostra era attuale.

In altre parole: da non perdere!

Crescere in digitale

"Crescere in digitale" è un progetto che si colloca nell’ambito del programma "Garanzia Giovani" e offre ai ragazzi e alle ragazze che non studiano e non lavorano con età compresa tra i 16 e i 29 anni, i cosiddetti NEET, la possibilità di svolgere un percorso formativo on-line, gratuito, di 50 ore volto all’acquisizione di competenze digitali, che spaziano dai siti web, ai social, all’export ed all’internazionalizzazione.
Parallelamente il progetto si rivolge alle aziende e le invita a candidarsi per accogliere in stage i ragazzi che superano il test al termine della formazione.

Obiettivi del progetto:

  • Potenziare le competenze digitali dei giovani e favorire l'inserimento nel mondo del lavoro;
  • Consolidare il percorso di innovazione digitale delle aziende, grazie ai tirocini di giovani digitalizzatori.

Come si svolge:

-per tutti gli iscritti: corso online Mooc (Massive online open courses), con test finale per l'accesso alle fasi successive;
-per circa 10.000 giovani: 2 ore di formazione specialistica di gruppo, presso le camere di commercio territorialmente competenti, e fino a 4 ore di formazione individuale, dove il docente è affiancato dal datore di lavoro che si propone come ospitante. In questa fase il/la giovane conosce la realtà aziendale e si attua il vero e proprio matching domanda-offerta;
-5.000 tirocini formativi della durata di 6 mesi, anche in mobilità geografica, presso una delle aziende ospitanti individuate da Unioncamere, con un'indennità di partecipazione di 500 € mensili;
-formazione post-assunzione per adeguare le competenze ai fabbisogni delle imprese e aiutare i/le giovani a completare il profilo professionale, coerentemente con la mansione e i fabbisogni aziendali.
Il soggetto promotore otterrà la remunerazione prevista per l'accompagnamento al lavoro, se il tirocinio si trasforma, entro 30 giorni dalla conclusione, in un contratto di lavoro di oltre 6 mesi. Questa remunerazione sostituisce quella prevista per la promozione del tirocinio.

Per iscriversi:

Step 1: Aderisci a Garanzia Giovani
Step 2: Iscriviti a Crescere in digitale

Crescere in digitale è un progetto di eccellenza, finalista nel 2016 dell'European Digital Skills Award.
È promosso da Anpal, attuato in collaborazione con Unioncamere in partnership con Google.

​I giovani interessati al progetto possono iscriversi direttamente accedendo al sito www.crescereindigitale.it. Oltre all'iscrizione si potrà acquisire tutte le informazioni necessarie alle modalità di svolgimento delle ore del corso. Modalità che risultano essere estremamente flessibili e personalizzabili.

Hai tempo fino al 12 dicembre 2022 per iscriverti!

Offerta di Lavoro LATTONIERE/CARPENTIERE/ADDETTO ALLA LAVORAZIONE

Azienda operante nel settore Metalmeccanico artigiano, ricerca: LATTONIERE/CARPENTIERE ADDETTO ALLA LAVORAZIONE LAMIERE. La risorsa si occuperà di varie lavorazioni, quali: - taglio/piega lamiere, saldatura, smerigliatura - montaggio protezioni anticaduta, parapetti, ponteggi di cantiere - posa nuovo manto di copertura - rimozione vecchie coperture (incluso lastre amianto secondo normative) - opere di lattoneria e rifiniture REQUISITI: Requisito indispensabile l'attitudine ai lavori in quota anche mediante l'utilizzo di cestelli elevatori e ponteggi mobili. Non è richiesta specifica esperienza nella mansione. Gradito il possesso di patente C + CQC + capacità di guidare gru su camion e il possesso di abilitazione alla rimozione amianto. Si richiede disponibilità a trasferte giornaliere (utilizzo mezzo aziendale)

Contratto: Lavoro Dipendente TI

Orario: Full Time

Luogo di lavoro: Solignano (PR)Via Enrico Fermi, 1 Rubbiano

Conoscenze informatiche: NESSUNA

Patenti: B = auto e autocarri fino a 35 q.

Ulteriori Informazioni:

Benefit: Buono pasto

CCNL: Metalmeccanico Artigiano

Data presunta inizio rapporto: 03/10/2022

Trasferte previste: NAZIONALI GIORNALIERE

Automunito: Si

LATTONERIA - COPERTURE - CONDIZIONAMENTO - RIMOZIONE FIBROCEMENTO Di CIVA SILVANO S.r.l.
Via E. Fermi, 1 - Tel. 0525/39441 - Fax 0525/39897 Loc. Rubbiano di Solignano (PR)

E-Mail: ufficiotecnico@cmlciva.com amministrazione@cmlciva.com

Sito web: http://www.cmlciva.com

Le avventure di Huckleberry Finn – Mark Twain

Il libro che ho scelto questa settimana è

Le avventure di Huckleberry Finn, di Mark Twain, un romanzo di formazione, che racconta le difficoltà di una vita sregolata che, come tale, presenta poi tutti i suoi aspetti negativi.

Huckleberry Finn è la metafora di una barca, nella sua essenzialità, che scorre sul Mississippi alla ricerca di grandi avventure. Fuggito da un padre ubriacone, Huckleberry solca le acque alla ricerca di mondi altri e nuove esperienze. E sul letto del fiume impara le difficoltà della vita e con esse a crescere per diventare un giovane adulto. Un libro di formazione in cui il protagonista così coraggioso e spensierato attua un percorso di iniziazione nel mondo dei grandi.

Il romanzo è per molti la metafora utopica di una vita libera e selvaggia a bordo di una zattera in cui non vigono le regole comuni e tutto è concesso. Huckleberry Finn, nato come letteratura per ragazzi, è stato oggetto di molte critiche e radiato addirittura da una biblioteca pubblica del Massachussets. Nonostante quest’ultima critica, Le Avventure di Huckleberry Finn è anche un importante invito a ribellarsi alle regole ingiuste, come le schiavitù.
Secondo T. S. Eliot «un capolavoro».

I libri-gioco si fanno con le macchine! Concorso per borse di studio

L’Associazione Ts’ai Lun 105 bandisce per l’anno 2022 il concorso “𝙄 𝙡𝙞𝙗𝙧𝙞-𝙜𝙞𝙤𝙘𝙤 𝙨𝙞 𝙛𝙖𝙣𝙣𝙤 𝙘𝙤𝙣 𝙡𝙚 𝙢𝙖𝙘𝙘𝙝𝙞𝙣𝙚” per due borse di studio finalizzate alla diffusione dell’attività istituzionale
Le borse di studio sono destinate a tutti coloro che:
➡ Abbiano un’età compresa fra i 22 anni e i 32 anni compiuti o da compiere nell’anno 2022;
➡ Siano residenti in Italia;
➡ Abbiano conseguito o stiano conseguendo una laurea triennale o quinquennale ad indirizzo artistico o tecnico oppure abbiano frequentato o stiano frequentando un corso attivato da istituzioni legate all’editoria oppure abbiano conseguito un diploma in ambiti coerenti con le finalità della borsa di studio.
Le domande di ammissione al bando dovranno essere presentate 𝒆𝒔𝒄𝒍𝒖𝒔𝒊𝒗𝒂𝒎𝒆𝒏𝒕𝒆 𝒐𝒏-𝒍𝒊𝒏𝒆 𝒆𝒏𝒕𝒓𝒐 𝒊𝒍 𝟏𝟓 𝒍𝒖𝒈𝒍𝒊𝒐 𝟐𝟎𝟐𝟐
Scopri tutti i dettagli al link http://www.libri-gioco.it/

Propaganda – Fabri Fibra feat, Colapesce e Dimartino

Propaganda è uno dei brani che compone il decimo album di Fabri Fibra, intitolato Caos. La canzone è un mix di rap e pop, visto che il rapper ha collaborato con il duo formato ad Colapesce e Dimartino.

La canzone funge da perfetta fusione dei generi di appartenenza dei diversi artisti: rap e pop si incontrano, realizzando qualcosa di unico, come ha affermato Fibra: “Secondo me la magia del rap riesce quando ci sono questi incroci di genere, tra pop e rap nasce sempre qualcosa di originale e mai visto. Loro hanno dato la credibilità ma riescono anche a giocare con il tema. […] Ognuno di noi ha la sua propaganda personale

Come si intuisce dal testo, la canzone Propaganda racconta la disillusione dell’uomo qualunque, che conduce una vita fra stenti e mancanza di lavoro. Ma quando è chiamato a votare alle elezioni in lui si accende la speranza di trovare il politico capace di risolvere i suoi problemi, che promette di fargli “dormire sogni tranquilli“, come dice il rapper. Il testo del brano non mente: è solo propaganda, utile per avere voti e consensi alle elezioni, ma poi la realtà è ben diversa. Anche se sembra rispondere ai bisogni di tutti, la propaganda non va mai oltre le parole.

https://www.youtube.com/watch?v=VZgtEU4B70o

Rubrica a cura di: Ramona

Il giornalino di Gian Burrasca – Vamba

Vi siete mai sentiti dare del "Gian Burrasca"?? A me qualche volta sì...ma non le combinavo così grosse come lui!

Il giornalino di Gian Burrasca

di Vamba, è uno dei primi libri che ho letto, adatto per i ragazzi perché è una storia molto divertente, con tutti i guai che Giannino combina, ma anche per il significato morale di fondo.

Ogni giorno Giannino Stoppani, detto Gian Burrasca, annota in un diario gli avvenimenti della sua vita e della vita della sua famiglia. Naturalmente, poiché è stato educato a non mentire mai, dice sempre la verità, anche quella che non dovrebbe o potrebbe dire, o che le sorelle e i loro fidanzati, poi mariti, non vorrebbero si sapesse. E, certo, combina un sacco di guai per merito dei quali viene chiuso nel collegio Pierpaoli dove non solo non si educa, bensì diviene l'anima di una ribellione contro la falsa e tirannica disciplina che vi è imposta da una ridicola ma prepotente coppia di proprietari-direttori. Il diario diviene così la protesta e la rivolta di un ragazzo contro il mondo conformista e soffocante dei ''grandi''.

L’umorismo pungente e l’ironia velata rendono “Il giornalino di Gian Burrasca” un classico della letteratura per ragazzi, ma il sarcasmo politico, i riferimenti storici e un’analisi delle dinamiche sociali conferiscono al libro uno spessore più maturo. Vamba regala al suo protagonista – e ai suoi lettori – la coscienza tranquilla di chi sa di non avere agito per malizia, ma solo per esuberanza o addirittura a fin di bene, sicché il motto di Gian Burrasca, dopo gli esiti catastrofici di ognuna delle tante sue burle, è sempre lo stesso: «Io vorrei sapere che gran male ho fatto alla fin fine».

Buona lettura!

Rubrica a cura di: Ramona

I love shopping – Sophie Kinsella

Ciao a tutti! Questa settimana nel nostro angolo dedicato alle letture, ho deciso di consigliarvi un libro anzi, una serie di libri, che raccontano le simpatiche avventure di Rebecca "Becky" Bloomwood, una "malata di shopping": dalla penna di Sophie Kinsella sono nati i romanzi di

I love shopping
 
Trama: Becky è una maniaca e tende a comprare ogni cosa, come abiti e scarpe, ma anche casalinghi e dolci, e a causa di questa ossessione si ritrova ad affrontare una serie di disavventure economiche e sentimentali.
Ironicamente, il suo lavoro consiste nello scrivere consigli per risparmiare e gestire soldi, lei che continua ad accumulare debiti a causa dello shopping!
Ma l’amore la attende dietro l’angolo…
 
I titoli di questa serie sono:
 
I love shopping
I love shopping a New York
I love shopping in bianco
I love shopping con mia sorella
I love shopping per il baby
I love mini shopping
I love shopping a Hollywood
I love shopping a Las Vegas
I love shopping a Venezia
I love shopping a Natale
 
La lettura è piacevole, leggera, sono sicura che molte donne si rispecchieranno in qualche lato di Becky, così buffa e pasticciona, che riesce a tirarsi fuori dai guai con delle soluzioni esilaranti.
Una serie di romanzi capaci di regalare qualche ora di spensieratezza, magari accompagnando idealmente Becky nella sua irresistibile tentazione a comprare borse, scarpe, guanti e molto altro!!
 
Il mio libro preferito della serie?? E' I love shopping in bianco! Tutta la sequela di imprevisti e guai (che spesso sa crearsi da sola) nell'organizzazione del suo matrimonio l'ho trovato davvero spassoso!
 
Curiosità: Sophie Kinsella è lo pseudonimo di Madeleine Wickham 
Buona lettura!

Rubrica a cura di: Ramona

How I Met Your Father – nuova sitcom in uscita su Disney+

Amicizie, amori e tutto ciò che gli gira intorno: mercoledì 11 maggio esce in streaming su Disney+ la serie TV 'How I Met Your Father'. Come suggerisce il titolo, si tratta dello spin-off di 'How I Met Your Mother' (2005-2014), una delle sitcom di maggiore successo della televisione recente.
 
Il punto di partenza è sempre lo stesso: un genitore che, facendo accomodare sul divano i suoi figli, decide di raccontare loro come ha conosciuto la sua dolce metà. Superata l’innegabile sensazione di déjà vu, però, ci si rende conto che sono molte le differenze che separano How I Met Your Father dall’originale.
 
Riprendendo lo spunto narrativo di 'How I Met Your Mother', la nuova sictom parte in un futuro prossimo, nel quale Sophie decide di raccontare al figlio come ha incontrato suo padre. Si torna dunque indietro nel tempo, dal 2050 all'inizio del 2022, e Sophie rievoca le giornate trascorse insieme alle amiche e agli amici, così come le difficoltà di "capire chi sono, cosa vogliono dalla vita e come innamorarsi nell'era delle app di incontri e delle possibilità senza limiti".
 
E proprio destreggiandosi tra amicizie, nuove fiamme, sogni e aspirazioni (tutti temi già esplorati nella serie TV originale), How I Met Your Father proietta il format nel futuro, introducendo smartphone, app di incontri e videochiamate. 
 
Top o flop? …a voi il giudizio!

Rubrica a cura di: Ilaria