Con Thor- Love and Thunder la Marvel invade i cinema estivi, a partire dal 6 luglio, con il quarto capitolo delle avventure del Dio del tuono, Thor.

Il film segue Thor (Chris Hemsworth) in un viaggio diverso da quelli affrontati fino ad ora, alla ricerca della pace interiore. Presto però il suo riposo è interrotto da un killer galattico conosciuto come Gorr – il macellatore di dei (Christian Bale), che cerca l’estinzione delle divinità.

Thor è apparso in sette film dell’Universo Cinematografico Marvel, oltre che nella serie animata Marvel Studios What If…?. Nel corso degli anni questo personaggio, e con lui l’attore che lo interpreta, è cresciuto moltissimo e ora sta attraversando una crisi esistenziale, avendo appena subito una serie di colpi durissimi. Il regista ci regala così due ore di azione, ma anche di riflessioni sull’essere umano e la sua natura, l’idea della divinità, quella che c’era nell’antichità.

Nel film non mancano nemmeno le risate, anzi ce ne sono una quantità inebriante, che ne agevola la visione ed il godimento del pubblico come non accadeva da tempo con le opere Marvel.